Caccia al tesoro con i Tarocchi

Care amiche e amici di OniroTarologia, vi propongo oggi un piccolo e divertente gioco: la caccia al tesoro con i Tarocchi.

E’ una vera e propria caccia al tesoro che ho proposto tramite le stories del mio canale Instagram: una serie di brevi enigmi collegati ai simboli dei Tarocchi. A mio avviso, si tratta di un modo divertente per studiare i Tarocchi prestando attenzione ai dettagli che le immagini degli Arcani Maggiori contengono.

Ripropongo dunque qui di seguito i vari enigmi proposti sino ad arrivare alla soluzione, premettendo che ho utilizzato solo gli Arcani Maggiori dei Tarocchi di Marsiglia (versione Conver). Il vincitore, cioè colui che ha indovinato il maggior numero di indizi, è stato premiato con un consulto gratuito di OniroTarologia.

Buona caccia al tesoro tarologica!

Il primo enigma della caccia al tesoro tarologica

Come punto di partenza, ecco il primo enigma proposto dal Matto dei Tarocchi:

Parla il Matto:

“Il suo cip cip mette allegria sotto un hotel di seconda categoria.”
Caccia al tesoro con i Tarocchi
Il primo enigma del Matto dei Tarocchi

Avete capito la soluzione?

Si parla naturalmente di un uccellino (fa “cip cip”) e questo ci porta alla Stella, ma non basta. Infatti, ciò che richiedevo era non solo indicare l’elemento preciso ma anche fornire anche una spiegazione esauriente rispetto all’enigma. Che c’entra infatti l’hotel di seconda categoria?

Beh, osservando l’uccellino sull’albero dell’Arcano della Stella, notiamo che sopra di lui vi sono tre stelle. E, tra le varie tipologie di hotel, gli hotel di seconda categoria sono anche definiti a tre stelle! Ecco quindi spiegato quel “…sotto un hotel di seconda categoria”.

Il secondo enigma della caccia al tesoro tarologico

Avendo superato il primo enigma del Matto, ci rechiamo baldanzosi dall’uccellino della Stella dei Tarocchi, ed è lui a proporre il secondo indovinello.

L’uccellino della Stella dice:

“Segui la freccia che fora il còr e la mano: troverai il numero del prossimo arcano.”
L'enigma della Stella dei Tarocchi
Il secondo enigma della caccia al tesoro con i Tarocchi

Ammetto che anche questo enigma era più enigmatico del previsto! Infatti, la freccia ci conduce all’Innamorato, ma questo Arcano Maggiore non è la soluzione giusta.

Infatti, l’uccellino invitava a seguire la freccia che fora (cioè che trafigge) il cuore e la mano. Quindi la soluzione è: prolunga con una linea immaginaria la traiettoria della freccia, fino a che trapassa il cuore e la mano dei protagonisti, e scopri cosa indica. La freccia sembra indicare la lettera X (di Amoreux) ed ecco quindi “il numero del prossimo arcano”: la Ruota!

L’enigma della Ruota dei Tarocchi

Giungiamo ai piedi della Ruota e ascoltiamo l’enigma della Sfinge.

Parla la Sfinge, dall’alto della Ruota:

Se ti piace pescare c’è un bel posto in riva al mare: un’elevata postazione (lato quartiere in costruzione).”
Caccia al tesoro tarologica: l'enigma della Ruota dei Tarocchi
L’enigma della Ruota dei Tarocchi

Di chi/cosa parla la Ruota dei Tarocchi? Per chi conosce gli Arcani Maggiori è abbastanza semplice riconoscere la Luna, con i suoi edifici in riva al mare. E il dettaglio della pesca è fornito dal granchio sotto il livello delle acque.

Ma io pretendevo il luogo preciso!

A questo proposito era fondamentale utilizzare l’indicazione riportata tra parentesi: lato quartiere in costruzione. Le postazioni elevate sono infatti due, le due torri. La risposta giusta è quella di sinistra o quella di destra?

A destra dell’Arcano della Luna troviamo il Sole, con il suo muretto, che può alludere ad un cantiere, a qualcosa in costruzione. La torre lunare giusta è quindi quella di destra, quella vicina all’Arcano del Sole. La torre di sinistra si affaccia invece sulla Stella: anche lavorando di fantasia è difficile cogliere in questo Arcano così naturale e bucolico la metafora di qualcosa in costruzione.

Il quarto enigma della caccia al tesoro tarologica

Più avventurosi di Indiana Jones varchiamo la soglia della torre di destra dell’Arcano della Luna e lì troviamo un bigliettino con un nuovo enigma.

Sul bigliettino c’è scritto:

“Recati da entrambe le donne che nascondono un frutto sotto le loro gonne.”
Il mistero della Luna dei Tarocchi
L’enigma della Torre della Luna dei Tarocchi

Anche in questo caso la soluzione dell’enigma era piuttosto “tricky”.

C’è infatti chi suggeriva la Papessa, a causa dell’uovo (come metafora di frutto) che Camoin ritrova vicino alla sua veste. Chi invece scorgeva tra le pieghe dell’Imperatrice ogni genere di frutto esotico.

Ma l’enigma parlava di due donne. Quali figure femminili degli Arcani Maggiori nascondono un frutto sotto le loro gonne?

La risposta era più immediata e meno legata a sofisticazioni simboliche. Le due donne sono infatti l’Imperatrice e la Temperanza.

Perchè?

Perchè sotto le loro gonne (ovvero nei cartigli), il nome di entrambi gli Arcani contiene la parola “pera”! 😀

L’enigma finale

Con un mezzo sorriso di disgusto rispetto alla ridanciana soluzione andiamo a visitare l’Imperatrice e la Temperanza.

Nelle mie stories su Instagram mi ero cimentato in un buffo dialogo tra le due figure, ma la frase chiave pronunciata da una di esse era:

“Il tesoro ce l’ha…quello…come si chiama, già?”

Temperanza e Imperatrice dei Tarocchi
L’enigma dell’Imperatrice e Temperanza dei Tarocchi

Dall’intero dialogo si coglieva meglio il riferimento, ma anche questo semplice accenno fa pensare ad un personaggio dal nome sfuggente, o addirittura senza nome…

E’ lui l’Arcano XIII dei Tarocchi!

Soluzione della Caccia al Tesoro con i Tarocchi
La soluzione della caccia al tesoro: L’Arcano Senza Nome

Spero che questa prima edizione della Caccia al Tesoro tarologica vi sia piaciuta, ne lancerò una nuova prossimamente su questi schermini!

Max

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: