Sognare bambini e sogni di parto nei Tarocchi

Significato di sognare bambini

Sognare bambini o sognare di partorire è un tema onirico ricorrente. Il significato generale è approfondito qui: http://www.onirotarologia.it/sognare-di-partorire.html .

In generale, sognare bambini e sognare di partorire riguarda tutto ciò di nuovo che in noi sta nascendo. Può trattarsi di un nuovo progetto, la (ri)nascita di nuove energie, la necessità di conseguire un livello di consapevolezza superiore.

In definitiva, il bambino che sogniamo è una materializzazione del nostro “fanciullo interiore”, delle nostre energie psichiche “nuove”. Riguarda cioè tutto ciò che in noi sorge e cresce spontaneamente spesso a discapito del nostro vecchio “Io”.

Sognare bambini e il Giudizio dei Tarocchi

Nei Tarocchi, secondo l’approccio onirotarologico, è il Giudizio a fare da sfondo ai sogni di parto. Qui vediamo un fanciullo che risorge da un sepolcro: rappresenta simbolicamente la nostra vecchia “maschera”, la nostra vecchia vita/identità.

Il Giudizio dei Tarocchi e sognare bambini
Il Giudizio dei Tarocchi

Sognare bambini e la Stella dei Tarocchi

Tuttavia, esiste un altro Arcano in grado di interpretare i sogni legati al parto: La Stella.

Sognare bambini e La Stella
La Stella e i sogni di parto

E’ un Arcano ricchissimo di riferimenti simbolici connessi al tema della nascita:

  • l’albero – simbolo legato alla crescita e allo sviluppo spontaneo del Sé, della totalità psichica;
  • il fiume e l’acqua – simboli di rigenerazione, di purificazione, la nuova vita che si origina dall’acqua, ecc.;
  • il simbolo della stella – secondo le più antiche tradizioni ognuno di noi nasce sotto una particolare stella (o costellazione!) che ne influenza il destino. Corrisponde psicologicamente al Sé, il centro di noi stessi. E’ la nostra vera natura che si contrappone – spesso inconsciamente! – al nostro Io. Ciò che siamo realmente Vs. ciò che crediamo di essere.

La Stella dei Tarocchi come partoriente

La donna della Stella può essere quindi interpretata come la partoriente, la Grande Madre, la Terra. In numerose civiltà le partorienti venivano anticamente fatte partorire sulla nuda terra, a sottolineare l’identificazione della madre con la terra. La donna della Stella è nuda, a contatto con la terra, alimentando il “fiume delle nascite” con l’acqua che sembra sgorgare dal suo pube.

Se il Giudizio fa da sfondo al tema onirico dei sogni di parto in cui è visibile il bambino neonato, la Stella può essere associata ai sogni che pongono l’accento sulla gravidanza, sullo “status” di partoriente.

Energie maschili e femminili nei Tarocchi

I Tarocchi sono in grado di fornirci una preziosa interpretazione dei sogni legati al parto. Che cosa separa la gravidanza dalla nascita effettiva?

Tra l’Arcano XVII associato alla Stella/partoriente e l’Arcano XX associato alla nascita vi sono l’Arcano della Luna (XVIII) e del Sole (XVIIII). Sono archetipi, rispettivamente, dell’energia femminile/materna e dell’energia maschile/paterna.

Significa che affinchè il parto vada a buon fine, affinchè il nostro bambino interiore cresca nel migliore dei modi, devono esistere due presupposti. Dobbiamo essere in grado di attingere sia all’energia femminile (raccoglimento, introspezione, dolcezza, …) sia a quella maschile (attività, forza, determinazione, …). Nell’Arcano del Giudizio, infatti, il fanciullo può svilupparsi avendo alla sua destra il padre/Sole/archetipo paterno e a sinistra la madre/Luna/archetipo materno. E’ con il contributo di queste energie che il nostro nuovo progetto evolutivo andrà in porto.

Clicca qui per approfondire il metodo OniroTarologia.

8 thoughts

  1. ciao volevo capire una cosa riguardo al mio sogno se possibile…sogno di partorire un bimbo /a (all inizio nn capisco) con cui parlo 1 minuto prima che nasca dicendogli :tra un po c vedremo….Che esce da me senza dolore , da solo e gia’ in grado di camminare parlare e capire.io consapevole delle sue potenzialita’ chiedo a lui di guarire una persona che sta morendo cn il prana e quando mi chiedono di dare un nome a questo bimbo/a io mi rifiuto perche’ sicura che lui ha gia’un nome ,cosi gli chiedo : come ti chiami ? e lei mi risponde : Lidia. il luogo dove ho partorito era in alta montagna dove c’e’ solo roccia quasi…. affiancata da un torrente pero’ molto calmo…io sento questo luogo attraverso l immensa pace e sicurezza e bellezza che esso esprime..
    Ora appena sveglia ho pensato ad uno spirito guida ma nn riesco ancora a capire . da notare che guardo l ora alle 3:33 e mi sveglio alle 09:09 … ti ringrazio x la tua disponibilita’

    1. Gentilissima, intanto grazie e benvenuta!
      Come potrai immaginare, in questa sede posso provare a dare un’interpretazione basandomi sugli elementi oggettivi del tuo sogno, prescindendo cioè dalla tua situazione personale che resta comunque fondamentale per un’interpretazione completa. Ad esempio, sapere a che cosa leghi il nome “Lidia” nella realtà (es: esistono persone nella tua vita con un nome simile? Qualche libro che hai letto che contiene questo nome? ecc.).
      Esaminando gli elementi del sogno, potremmo vedere in questo neonato alcune importanti caratteristiche “divine”: nasce in uno scenario mitico, dove è presente una montagna (luogo di elevazione) ed un torrente (simbolo femminile di vita); appena nato sa già parlare, camminare e fa miracoli; nasce già con un nome (quindi è un’entità autonoma rispetto a te; in un certo senso è lui che ti ha scelto e non il contrario – ma di questo ne sei consapevole poichè ti rifiuti rispettosamente di nominarlo – tra l’altro nominare una persona presuppone una volontà di controllarla, è un atto magico che tu, giustamente, rifiuti di compiere); infine, ha le caratteristiche dell’ “androgino”: è sia maschile che femminile (non riesci a capirne il sesso) e quindi è un essere perfetto che abbraccia in sé gli opposti.
      Il sogno parla quindi di una nuova potente forza psichica che è nata in te. Dovresti pensare a cosa è avvenuto 9 mesi fa, poichè attraverso l’immagine del parto l’inconscio spesso dipinge la concretizzazione di qualcosa che è stata concepita 9 mesi fa.
      Venendo agli orari, sono tutti multipli di 3. Nel primo orario abbiamo il 3 ripetuto 3 volte (la ripetizione per tre volte è un altro atto magico rafforzativo), nel secondo il 9 che è il prodotto di 3×3. Il 3 è un numero maschile, attivo, e in quanto tale rappresenta un’evoluzione, una trasformazione: il 3 può essere inteso anche come il “figlio”, il terzo nuovo elemento che viene dopo il 2, nasce cioè dalla coppia degli opposti (maschile e femminile, padre e madre). Vedi anche il 9 come i 9 mesi della maternità. Nei Tarocchi il 3 è l’Imperatrice, che può essere considerata come la “figlia” (anche se ha il gozzo, quindi è sia maschio che femmina) dell’unione del Bagatto (I) con la Papessa (II).
      Ma in quanto i sogni presentano sia luci che ombre, potremmo cogliere in questo sogno un rischio: il fatto che questa nuova forza indebolisca il tuo “Io”, il fatto che questo “fanciullo divino” che è nato in te prenda il sopravvento mettendo la tua coscienza in secondo piano (nel sogno questo si vede quando ti rifiuti di dare un nome al bambino). E’ il rischio che tu veda questa nuova entità non come una nuova energia a tua disposizione, ma come qualcosa che agisce fuori da te, come un’entità autonoma. Non intendo sminuire l’idea di uno “spirito guida”, ma cerca di interpretare questo bambino soprattutto come qualcosa di tuo, e non necessariamente come una forza che è estranea alla tua totalità psichica. L’altro rischio è che tu ti identifichi con questo bambino, esaltata dalla sua natura divina: nel sogno si vede quando vuoi far compiere il miracolo di guarigione: è la stessa dinamica che si ritrova nel passo del Vangelo delle Nozze di Cana. Maria si accorge che è finito il vino e sprona Gesù a fare il miracolo…al chè lui per tutta risposta replica con un secco “che ho da fare con te, o donna?”. Insomma, l’ideale sarebbe che tu prenda una posizione equilibrata rispetto a questo nuovo bambino, nè cercando di piegarlo eccessivamente alla tua volontà, nè lasciandolo crescere in totale autonomia fuori dalla tua “educazione”. Come una buona madre dovrebbe allevare il figlio all’interno della propria casa ma preservando la sua spontaneità!
      Spero di averti dato qualche spunto di riflessione!

  2. ciao nn so come ringraziarti x questa risposta che trovo MERAVIGLIOSA e molto in analogia cn quello che sono e che provo nell ultimo periodo. da 5 anni sto lavorando x la mia crescita spirituale e sto percorrendo tutta la mia VIA cn i suoi alti e bassi e cn tutte le emozioni e cambiamenti che essa comporta. tu sei quella parte di vita/evento che ha contribuito alla mia comprensione/crescita /felicita’ e di questo posso solo umilmente ringraziarti…. dal profondo del mio cuore grazie molte grazie …..e complimenti 🙂

      1. ma ciaooooooo sono ancora qua !!! ogni tanto mi capitano cose strane che nn riesco a decifrare ……… questa volta nn si tratta di un sogno , ma di un immagine che ho visto intuitivamente ma nn ne capisco il significato o nn x ora … ma mi sei venuto in mente tu e io credo molto nelle illuminazioni che arrivano senza preavviso quindi eccomi qua a scriverti xche’ il fato vuole cosi! allora la mia imaggine e’ una stella a 5 punte un pentacolo , sulle punte sotto della stella c’erano inchiodate le mani di cristo , quindi nn aveva la croce ma era inchiodato sulla parte sotto della stella. la prima cosa che ho pensato che significasse cristificare l’istinto , domarlo, visto che la parte sottostante di tutto e o il radicamento o gli istinti….. ma mi farebbe piacere un tuo parere . come sempre ti ringrazio con affetto x come mi dedichi il tuo tempo e professionalita’ . e siccome oramai siamo amici posso mandarti un abbraccione grazie miki

  3. cara Michela, eccomi e grazie per la fiducia!
    Hai avuto una visione simbolica molto evocativa, e proprio perchè parliamo di simboli il significato non è mai univoco e c’è sempre un alone di mistero e di insondabile a riguardo.
    La stella a 5 punte (o pentacolo) è un simbolo associato al “terrestre”, a tutto ciò che è umano, carnale ed è legato a Venere/Afrodite. Cristo è invece associabile all’elemento maschile e spirituale. Essendo rovesciato richiama l’immagine dell’Appeso dei Tarocchi: può indicare la ricerca sovrumana dell’illuminazione ma anche una condizione di sospensione innaturale: a pensarci bene il simbolo sarebbe stato perfetto se Cristo lo avessi immaginato per il dritto, e in questo modo la testa e i suoi arti avrebbero coinciso con i 5 elementi della stella. Ma il fatto che sia al contrario (e che sia comunque inchiodato) esprime una qualche forma di costrizione, di sovvertimento tra la tua componente psichica femminile e quella maschile, in altre parole queste due energie non combaciano e quella maschile si trova costretta in una situazione che non gli è propria. A mio avviso il messaggio è che tu stai già di fatto “cristificando” gli istinti (forse lo fai inconsciamente), ma ciò è innaturale (Cristo è rovesciato), poichè gli istinti e l’elemento spirituale sono per definizione inconciliabili. L’immagine simbolica suggerisce che vivi un conflitto tra questi elementi. Il suggerimento è che tu provi ad armonizzare queste due componenti, vivendo il mondo degli istinti nella loro naturalezza (dopo tutto siamo sempre animali!) ma nel contempo in modo equilibrato, essendo cioè sempre presente a te stessa, senza far sì che gli istinti prevalgano sul tuo intelletto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.