Il tavolo del Bagatto e i simboli della crocifissione

Gli oggetti sul tavolo del Bagatto

Il tavolo del Bagatto, primo Arcano Maggiore del mazzo dei Tarocchi, contiene una collezione di diversi oggetti, che possono essere analizzati secondo differenti prospettive.

Il bagatto
Il bagatto e i suoi strumenti.

Innanzitutto ritroviamo i quattro semi dei Tarocchi: coltelli o lame (spade), monete (denari), bicchieri e contenitori (coppe). E i bastoni? Sono in mano al Bagatto stesso, sottoforma di bacchetta magica. Il bastone, come spiego in un altro articolo (leggi qui!), è collegato alla funzione magica-irrazionale dell’intuizione.

Da un punto di vista psicologico, i semi dei Tarocchi sono assimilabili alle quattro funzioni psicologiche di Jung. Ne parlo in quest’altro articolo: “Tarocchi e tipi psicologici”. Nei sogni, la nostra funzione “inferiore” riappare spesso sottoforma di personaggio sgradito, come Ombra junghiana.

Gli strumenti del Bagatto sono anche ricollegabili ai quattro elementi: spada = aria; denari = terra; coppe = acqua; bastone = fuoco.

Il tavolo del Bagatto e i simboli della Passione di Cristo

L’aspetto però più curioso e che a molti sfugge, è che sul tavolo del Bagatto (perlomeno nei Tarocchi di Marsiglia) ritroviamo anche i principali simboli legati alla Passione di Cristo:

  • un punteruolo, che ricorda il chiodo della crocefissione;
  • una lama, come punta della Lancia Sacra con la quale Longino trafisse il costato di Cristo;
  • i dadi, con i quali i soldati si giocarono le vesti di Cristo. I dadi sono visibili nella più antica versione dei Tarocchi: i marsigliesi di Jean Noblet;
  • il sacco con le monete, la ricompensa per il tradimento di Giuda;
  • le coppe: il Santo Graal, all’interno del quale si dice sia stato raccolto il sangue di Cristo, o anche il contenitore di aceto utilizzato per dissetare Cristo sulla croce;
  • il sole e la luna, per richiamare l’eclissi al momento della Passione (questi ultimi elementi sono visibili in alcune versioni di Tarocchi di Marsiglia come dischetto solare e lunare uniti assieme, come evidenziato nell’immagine:
Il dichetto lunare e solare del Bagatto
I simboli della Passione di Cristo

Il Bagatto come ricostruttore della divinità smembrata

Cosa ci può insegnare tutto questo?

La crocefissione è la versione cristiana dell’antichissimo tema simbolico dello “smembramento della divinità“, che in chiave psicologica può alludere alla dissoluzione dell’individuo nelle sue componenti di base, le quattro funzioni psicologiche. La croce stessa è un simbolo del Sé ed è inoltre un elemento quaternario.

Se i principali strumenti della Passione di Cristo sono sul tavolo del Bagatto, possiamo dedurre che sia stato egli stesso artefice di questo smembramento. Ricordiamo anche che il Bagatto è preceduto nel mazzo dei Tarocchi dal Matto, che esprime proprio il tema della follia come dissoluzione, come disgregazione della psiche nei suoi elementi di base, come “complessi autonomi” e ingovernabili.

Il Bagatto è però ora raffigurato mentre “gioca” con i vari strumenti, come a volerli rimettere in relazione, come a voler ricucire assieme i vari “pezzi” della sua totalità: alla distruzione segue infatti la ricostruzione, dopo che le varie parti di sé e le quattro funzioni sono state purificate e rinsaldate in una nuova armoniosa costruzione.

Clicca qui per approfondire il metodo OniroTarologia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.